Cos'è il Dry January e a cosa serve

Dry January, zero alcol a gennaio (però c’è l’alternativa per un buon drink)

Cultura del buon bere

C’è sempre maggiore attenzione verso un evento noto come il Dry January, ovvero il mese dell’astensione dall’alcol. Si tratta di una campagna dedicata alla salute pubblica che si tiene in molti paesi europei e non.

Il Dry January, infatti, è molto diffuso in Inghilterra e negli USA ma anche nei paesi del Caucaso come l’Azerbaijan. Non è un’iniziativa del tutto nuova, c’era già stato il Sober January finlandese nel 1942 e nel 2000 un articolo di Nicole Brodeur parlava espressamente di questa idea ma la prima campagna ufficiale di Dry January è legata all’associazione Alcohol Concern inaugurata nel 2013.

Da questo momento tutti gli anni si parla del gennaio secco. Ma quali sono le sue caratteristiche? Come possiamo sostituire i drink alcolici con un prodotto gustoso ma al tempo stesso salutare? Ecco qualche consiglio per vivere il Dry January senza perdere di vista il piacere di una serata in compagnia degli amici.

Cos’è il Dry January e a cosa serve

Come suggerisce il sito alcoholchange.org.uk, si tratta di una piccola sfida per eliminare nel suddetto mese ogni bevanda alcolica. L’obiettivo è quello di beneficiare di tutto ciò che deriva dal limitare per un certo periodo di tempo l’uso di alcol. Nell’arco di 30 giorni i benefici sono già apprezzabili. Vale a dire?

In primo luogo c’è un sensibile risparmio economico e di tempo da dedicare ad altro, ma è soprattutto dal punto di vista della salute che si raccolgono i benefici migliori. E questo vale in ogni caso, anche per i bevitori occasionali.

Lyre’s, un alleato del Dry January

Molti vedono il Dry January come una limitazione, invece altri hanno sfruttato quest’occasione dedicata alla salute per gustare prodotti completamente nuovi. Senza accompagnare le proprie serate con gli amici con una semplice acqua naturale. Ad esempio? Lyre’s è una soluzione sempre più diffusa.

Con i prodotti Lyre’s, la linea no alcol più famosa al mondo e distribuita in esclusiva italiana da D&C, puoi trasformare il Dry January in una soluzione per scoprire bevande in grado di unire gusto e benessere. Di cosa stiamo parlando esattamente? In primo luogo di un partner ufficiale della sfida, la stessa Alcohol Change UK ha eletto i prodotti Lyre’s come soluzioni ottima per sostituire i classici drink.

I vantaggi di Lyre’s

Quest’azienda dedicata alla produzione di bevande senza o a basso contenuto alcolico ha un obiettivo: permettere alle persone di bere un cocktail o un drink salutare pur rimanendo piacevole e adatto a una condizione sociale di comunità. In sintesi, sono la migliore gamma di distillati classici analcolici.

Le bottiglie del brand Lyre’s.
Le bottiglie del brand Lyre’s.

Questo è possibile grazie a un mix di aromi naturali, estratti e distillati derivati da frutta, essenze botaniche, spezie, semi e altre fonti naturali.

Fonti che riescono a ricreare il calore del gusto alcolico. In buona sintesi, è possibile ricreare la maggior parte dei cocktail più famosi senza alcol. E senza rinunciare al piacere di sorseggiare un Gin Tonic analcolico in compagnia degli amici, anche fuori dalla cornice del Dry January: Lyre’s è la soluzione tutto l’anno.

Perché scegliere Lyre’s?

Con questo brand di cocktail analcolici o a basso contenuto di alcol puoi trovare il gusto dei drink originali. In più hai il beneficio di non assumere quella gradazione alcolica che può portare problemi sia in termini di salute che per altri aspetti legati alla sicurezza. Ad esempio, se devi guidare sai che non puoi assumere alcolici. Vuoi passare la serata a bere acqua o bibite zuccherate?

Non per forza. Puoi tranquillamente ordinare un Negroni, un Americano o uno Spritz – perché no, anche un bicchiere di assenzio – senza alterare minimamente la tua sobrietà. Soprattutto, senza perdere il gusto e il piacere di sorseggiare un drink ben fatto. Vuoi un esempio concreto?

Ecco la ricetta per creare un Negroni con Lyre’s, il brand di cocktail analcolici che ha conquistato l’Italia grazie anche alla nostra distribuzione. E che puoi trovare anche nel nostro catalogo online alla voce cocktail e mocktail. Ovvero la reinterpretazioni dei drink classici ma rigorosamente priva di alcol.

Come trovare il giusto equilibrio

Il Dry January non deve essere un inno contro le bevande alcoliche e un bicchiere di vino a tavola per un brindisi speciale non deve essere osteggiato. Quali sono i consigli per seguire un Dry January realmente efficace?

Puoi evitare le tentazioni e gli eccessi, spesso concentrati intorno alle festività natalizie. Inoltre, grazie a Lyre’s puoi concederti l’ultimo drink senza problemi. Non mettere freno alla tua socialità, con questi mocktail puoi continuare a brindare in compagnia senza assumere alcol.

Devi individuare una bevanda sostitutiva. L’acqua non è il massimo nelle occasioni di vita sociale, ma ci sono tante bevande non alcoliche che puoi adottare come sostitutive. Oggi ti abbiamo presentato una realtà che sta cambiando il mondo delle bevande analcoliche, finalmente buone e gustose.

Articolo precedente
Spumante: ha superato le vendite dello champagne a Natale e Capodanno
Articolo successivo
Inflazione del settore alimentare e il rincaro dei listini: i dati e il nostro impegno quotidiano

ULTIMI ARTICOLI

Menu